Normativa antincendio per le aziende: cosa dice il codice?

13/09/2019

Cosa dice la normativa antincendio attualmente in vigore per le aziende e gli ambienti di lavoro? Scopri il codice per ridurre il rischio incendi!

Uno dei rischi più comuni, negli ambienti di lavoro, è quello legato allo scoppio di incendi.

Sono tanti i settori che prevedono l’utilizzo di sostanze altamente infiammabili o che trattano materiali (come il legno o la carta) che facilitano la propagazione delle fiamme. Basti pensare al comparto industriale, alle raffinerie, alle imprese edili, ma anche alle scuole, alle biblioteche, ai magazzini: tutti ambiti che necessitano di rigide misure di prevenzione, stabilite dalla vigente normativa antincendio.

Cosa prevede il Testo Unico?

La normativa antincendio è contenuta nel Testo Unico sulla Sicurezza sul Lavoro (D.Lgs. 81/08), che regola tutte le disposizioni relative alla tutela della salute e dell’integrità dei lavoratori.

Le misure per ridurre il rischio di incendi in azienda si basano principalmente su due fattori: la preparazione del personale, attraverso corsi di formazione sia generici che specifici, e la prevenzione in sede, mediante l’impiego di appositi dispositivi (es. estintori) e lo sviluppo di protocolli “su misura”.

Rischio basso, medio e alto

Secondo la normativa antincendio, le aziende possono essere classificate come a rischio alto, medio o basso, a seconda delle attività svolte e dei materiali trattati. Se, sul posto di lavoro, si trovano sostanze esplosive e/o infiammabili e vi è una considerevole o elevata possibilità di propagazione delle fiamme, occorre mettere in atto specifiche misure di protezione, elaborate da tecnici specializzati.

I corsi antincendio

La formazione dei dipendenti è essenziale sia per ridurre i comportamenti a rischio, sia per gestire efficacemente le situazioni di pericolo (ad esempio, con una corretta evacuazione dei locali).

Per offrire ai lavoratori un’adeguata preparazione in materia di incendi, l’azienda è tenuta ad organizzare corsi anticendio o, in alternativa, a rivolgersi ad un ente di formazione sul territorio.


Fondamentale, poi, è la presenza di addetti antincendio – selezionati all’interno dello stesso staff – sottoposti ad una formazione ancora più completa, in modo da gestire al meglio situazioni di pericolo.


Estintori e mezzi antincendio

In ogni azienda – sia essa una fabbrica, una palestra, un hotel e via di seguito – devono essere presenti dei mezzi antincendio adeguati: estintori in perfette condizioni, appositamente revisionati con scadenze regolari, porte tagliafuoco, idranti e altre misure scelte a seconda del livello di rischio.

Ogni ambiente pubblico, inoltre, dev’essere sottoposto ad un controllo da parte del Comando dei Vigili del Fuoco, che provvederanno a valutare se la normativa antincendio sia stata applicata alla lettera.

A chi rivolgersi per una consulenza?


Se vuoi essere davvero sicuro che la tua azienda sia a prova di incendi, la scelta migliore è rivolgersi ad un’agenzia specializzata e richiedere una consulenza antincendio, con sopralluogo sul posto.

Nella zona di Ferrara, c’è Estense Consulting: una realtà dinamica che offre servizi di consulenza alle aziende in materia di sicurezza sul lavoro, normativa antincendio, corsi di formazione.


Clicca su www.estenseconsulting.it per scoprire tutte le attività!



Compila il form per informazioni

contattaci senza impegnoVuoi saperne di più sui nostri servizi?